ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI LIVORNO

 
  ORDINE DEI FARMACISTI
  INFO
  UTILITA'
  AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
 


Dettaglio News:.

10/9/2017
News: Convenzione, Assofarm: o si investe sulla farmacia o è la giungla
La riapertura, a distanza di 20 anni, del tavolo di trattative per il rinnovo della Convenzione, fa pensare che sia maturata la consapevolezza che la farmacia possa giocare un ruolo nella grande sfida di mantene­re in vita una sanità sempre più povera di risorse, ma le farmacie potranno far risparmiare se si investirà di più in esse. L'alternativa a questa linea di sviluppo è la "giungla" della nuova legge sulle liberaliz­zazioni. A proporre la riflessione è Francesco Schito, segretario generale Assofarm all'indomani del primo incontro tra sindacati di categoria e Sisac. Incontro che, fa notare Schito, arriva dopo 20 anni di «lungo e consolidato immobilismo im­provvisamente interrotto da un'accelerazione tan­to repentina quanto avara di segnali premonitori da parte delle Regioni». Due decadi in cui «le Regioni hanno rinnovato per ben quattro volte i propri ac­cordi con la classe medica» e in cui sono «intervenuti più fenomeni: dal man­cato decollo della riforma dei servizi al più gene­rale tracollo dei margini e dei volumi di farmaci distribuiti, vicende profondamente penalizzanti tanto per la profes­sionalità del farmacista quanto per i bilanci delle farmacie». In questa situazione, afferma Schito, nella categoria è cresciuta la certezza che ci fosse una «tacita dichiarazione di poca conside­razione istituzionale verso le farmacie. Qualcosa, queste ultime, di cui si poteva fare a meno». Poi, prosegue il ragionamento di Schito, prima della pausa estiva la notizia della convocazione dalla Sisac che lascia intuire che «nel sottocoperta istituzionale sia pian piano maturata la consapevolezza del ruolo che possono svolgere le farmacie». Ma aggiunge: «Questo nuovo ruolo deve essere realizzato dando più risorse alla farmacia territo­riale. In maniera solo apparentemente paradossale le farmacie potranno far risparmiare se si investirà maggiormente nelle farmacie stesse. Più spesa produttrice di efficienza uguale più risparmio per il Ssn. L'alternativa a questa linea di sviluppo è la "giungla" della nuova legge sulle liberaliz­zazioni in cui il più forte avrà mano libera per diventare sempre più grande sul territorio, sviluppando così meccanismi di massimizzazione dei profitti certamente a detrimento del servizio. Una sorta di latifondismo farmaceutico dal quale non sarà facile tornare indietro». Per Assofarm, dunque, la nuova Convenzione deve «creare le condizioni che per­mettano alle farmacie territoriali indipendenti di svilupparsi secondo modelli di servizio sanitario e non di performance commerciali. Le premesse per sperare in questo ci sono. Una parte importante del nostro lavoro» conclude Schito «sarà allora questo: sostenere con senso di re­sponsabilità e numeri concreti il difficile compito delle nostre controparti istituzionali di scommettere sulle farmacie italiane». (SZ) Fonte: Farmacista33

La redazione dell'Ordine dei Farmacisti di Livorno non presta alcuna opera di lavoro redazionale sulla pubblicazione dei links e degli articoli declinando ogni responsabilità per i contenuti in essi presenti.
Visualizza l'Archivio News
 
User:
Psw: 
 
ordine dei farmacisti di livorno

Orario Segreteria:

Lunedi
11:30 - 13:30

Martedi
11:30 - 13:30

Mercoledi
11:30 - 13:30

Giovedi
11:30 - 13:30

Venerdi
11:30 - 13:30

Sabato CHIUSO

Numeri Utili:

Tel: 0586899063
Fax: 0586205841

 

Follows us on :.     
 
Copyright (c) 2010-2011 Ordine dei Farmacisti della Provincia di Livorno Partita IVA 80002120493